Nola: uno sguardo alla Festa dei Gigli

Anche la Campania offre numerose feste per chi vuole divertirsi un po’. In modo particolare, la città di Nola mette a vostra completa disposizione una festività molto curata sotto ogni aspetto: la Festa dei Gigli. Lo abbiamo appreso dal sito Folclore.

Cos’è la Festa dei Gigli di Nola? Ebbene, si tratta di una festività molto antica in onore del vescovo San Paolino che è vissuto nel lontano V secolo. Ha dedicato tutta la sua vita ad aiutare la gente povera, perdendo anche la libertà: infatti, si è sostituito al figlio di una vedova come prigioniero in Africa.

In Africa ha fatto liberare tutti i suoi concittadini e ha ottenuto anche la stima e la fiducia del re. I prigionieri liberati sono stati omaggiati dalla popolazione con fiori e gigli quando sono rientrati in patria.

Gli abitanti di Nola oggi omaggiano il loro santo patrono ogni domenica successiva al 22 giugno. I gigli sono diventati otto obelischi di legno di 25 metri.

I momenti di festa e di fede si alterano per una settimana, tuttavia la festività culmina domenica pomeriggio quando cento uomini circa trasportano sulle spalle i gigli e una barca.

La Festa dei Gigli è una tra le festività più interessanti e belle della Campania e del nostro bel Paese. Tutta la popolazione dovrebbe partecipare a questa ricorrenza perché c’è sia divertimento che fede in questa settimana ricca di cose da fare.

In Italia, come sappiamo, ci sono numerose feste molto curate sotto ogni piccolo aspetto… Bisogna solamente organizzarsi e divertirsi!

Ci siete mai stati alla Festa dei Gigli di Nola in Campana? Vi è piaciuta? La consigliereste?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *